Krishnaconlemucche 

05/11/21 - Go Puja

 

"Sri Krishna, come precettore dell'umanità ha voluto dimostrare con le proprie azioni, che i vaisya, cioé i commercianti e gli agricoltori, devono aver cura delle mucche e dei buoi proteggendo questi animali di grande valore. Secondo la smriti, la mucca rappresenta la madre dell'uomo e il bue il padre. La mucca è paragonata alla madre perché dà il suo latte all'uomo, proprio come una madre dà il suo latte al bambino. E come il padre lavora per i figli, il bue ara i campi partecipando così alla produzione dei cereali; il bue è considerato dunque il padre dell'uomo. E' evidente che l'umanità ucciderà in sé ogni spirito vitale se uccide suo padre e sua madre.E' detto inoltre in questo verso che le bellissime mucche e i buoi di Krishna avevano il corpo di vari colori: rosso, nero, verde, giallo, grigio cenere, ecc. E i loro colori e il loro aspetto sano e gioioso ravvivavano tutta l'atmosfera."

(A.C. Bhaktivedanta Swami Prabhupada. S.B. 3.2.29  Spiegazione.)

pita-mata mari 'khao—eba kon dharma
kon bale kara tumi e-mata vikarma


TRADUZIONE
"Dal momento che il toro e la mucca sono tuo padre e tua madre, come si può ucciderli e mangiarli? Che tipo di principio religioso è questo? Su quale forza puoi contare se la utilizzi per commettere attività peccaminose?"

SPIEGAZIONE
"Ognuno può capire che noi beviamo il latte della mucca e riceviamo l'aiuto dei buoi ai fini della produzione agricola. Perciò, poiché il nostro vero padre ci dà i cereali e nostra madre ci dà il latte e con questi prodotti noi viviamo, la mucca e il bue sono considerati rispettivamente nostra madre e nostro padre. Secondo la civiltà vedica gli uomini hanno sette madri, una delle quali è la mucca. In questo modo Sri Caitanya Mahaprabhu sfidò il Kazi maomettano dicendo: "Che genere di principio religioso segui uccidendo tuo padre e tua madre per mangiarli?" In nessuna civiltà umana qualcuno oserebbe uccidere suo padre e sua madre allo scopo di mangiarli. Perciç Sri Caitanya Mahaprabhu accusava di parricidio e matricidio il sistema religioso maomettano. Anche nella religione cristiana uno dei comandamenti principali è: "Non uccidere." Tuttavia i cristiani violano questa regola; essi sono molto esperti nell'uccidere e nell'aprire mattatoi. Nel nostro movimento per la coscienza di Krishna, il nostro primo regolamento proibisce di mangiare qualsiasi tipo di carne, che sia carne di mucca o di capra., ma c'è una particolare proibizione di cibarsi di carne di mucca, in conformità delle ingiunzioni degli sastra che ci ricordano che la mucca è nostra madre. Così Sri Caitanya Mahaprabhu sfidò l'uccisione della mucca attuata dai maomettani."

(AC Bhaktivedanta Swami Prabhupada. Sri Caitanya caritamrita Adi-lila 17.154 Traduzione e spiegazione).

"Secondo il sistema sociale vedico, non appena si prende nascita si diventa debitori verso molte persone. Siamo in debito con i rishi, o grandi saggi, perché deriviamo la conoscenza trascendentale dai loro scritti, come la Srimad-Bhagavatam, compilato da Srila Vyasadeva. Gli autori delle Scritture conoscono il passato, il presente e il futuro; perciò è necessario prendere vantaggio da tale inestimabile conoscenza . Quindi siamo in debito anche con i saggi. Siamo inoltre in debito con i deva, che gestiscono gli affari dell'universo, fornendolo del necessario, i raggi del sole dal dio-sole, Surya, il chiaro di luna dal dio della luna, Candra; l'aria da Vayu, e così via. Ogni elemento è controllato da un particolare deva. Siamo inoltre in debito con gli esseri viventi ordinari dai quali si ricevono servizi. Per esempio, noi prendiamo il latte dalla mucca. Secondo la concezione vedica, la mucca è considerata una delle nostre madri perché noi beviamo il suo latte, così come al momento della nascita si beve il latte di nostra madre. Lo Srimad-Bhagavatam elenca sette madri: la nostra madre, la moglie del nostro insegnante o maestro spirituale, la moglie di un brahmana, la moglie del re, l'infermiera, la mucca, e la terra. Siamo in debito con tutte e sette queste madri, e anche con nostro padre, fratelli, amici, parenti e antenati."

(AC Bhaktivedanta Swami Prabhupada libro Una seconda opportunità -. Capitolo 17" Il momento della verità ")

"Allo stesso modo, questa Bhagavad-gita è l'essenza di tutta la letteratura vedica, così come il latte è l'essenza del sangue. Sangue. ... Il latte è nulla, ma è il sangue di mucca trasformato. Proprio come il latte materno. Da dove viene il latte della madre? Proviene dal sangue, ma è trasformata in modo tale che diventa gustoso e nutriente per il bambino. Allo stesso tempo il latte di mucca è l'alimento più nutriente e prezioso. Così questa Bhagavad- ita è paragonata al latte della mucca della letteratura vedica. Ed il lattaio è Krishna stesso. E il bevitore del latte è ... Arjuna, siamo noi, attraverso Arjuna. Quindi queste cose ci sono".

(AC Bhaktivedanta Swami Prabhupada. 3 giugno, 1968. Bhagavad Gita lezione. Montreal.)

"Il dharma personificato, sta chiedendo alla mucca... si rivolge alla mucca, amba. amba significa madre. Così la mucca è nostra madre. Perché madre? Perché dal punto di vista pratico, beviamo il latte. Così quale madre ... Quale mucca non è madre? Lei è madre. Stiamo prendendo il suo latte. Ci sono sette madri in accordo alla civiltà vedica..

atma-mata guroh patni
raja-patnika brahmani
dhatri dhenur tatha prithvi
matarah saptaita smritah

Vera madre è quella dal cui grembo siamo venuti in questo mondo, vera madre, atma-mata. Poi guroh patni, la moglie dell'insegnante o del maestro spirituale, guroh patni. brahmani, la moglie di un brahmana. atma-mata guroh patni raja-patnika brahmani, e la moglie del re, o la regina. Anche lei è la madre. dhenu, la mucca, anche la mucca è la madre. E dhatri significa infermiera, anche l'infermiera è la madre. tatha prithvi, e la terra, anche la terra è nostra madre. Cosa si dice nel paese dove abbiamo preso nascita, diciamo desa-matrika. In sanscrito si chiama desa-matrika. Che è anche madre. Madre terra, la lingua madre. Quindi questo ... Così abbiamo avuto molte madri, e la mucca è una di queste. Per questo lei è chiamata amba. amba significa madre. Nella provincia del Gujarat, la chiamano amba. E in UP, negli Stati Uniti d'America, e nelle province in India, la chiamano amba, o in un'altra forma ammaC'è un ... Da Amba-devi, c'è un grande tempio di Madre Durga, Kali, a Bombay. Quindi questa Amba-devi è stata rinominata dagli inglesi come Bamba-devi, Bamba-devi e da esso è venuto il nome di "Bombay." In realtà, c'è un grande tempio di Amba a Bombay. Da quel nome, invece di Amba, è diventato Bamba.

Come da Sindhu, hanno chiamato gli abitanti del Sindhu-desa come "indù." I Maomettani pronunciano la s come h. Così da "Sindhu", si è giunti a "indù." Altrimenti, questo nome "indù" non è menzionato in nessuna letteratura vedica. E' dato dal ... Questo nome è dato dagli stranieri. Soprattutto i paesi arabi, l'hanno usato per chiamare questa nazione, Bharata-varsa ... In realtà, indù non è una religione ma un nome dato dagli stranieri. La religione in India è varnasrama-dharma, a seguito dell'istituzione dei quattro varna e dei quattro asram. Questo è Varn ... O sanatana-dharma. sanatana-dharma significa eterna, la religione eterna. La religione degli esseri umani è una. Questa si chiama sanatana. L'essere vivente è descritto come sanatana. mamaivamso jiva-bhuto jiva-loke sanatanah. Nella Bhagavad-gita troverete sanatana, e Krishna si rivolge anche al Capitolo XI come sanatanas tvam. E c'è un altro posto, o mondo spirituale, che è anche chiamato sanatana. Nella Bhagavad-gita troverete... bhavo tasmat 'nyo' vyakto 'vyaktat sanatanah. Quindi questo termine sanatana è molto importante. L'essere vivente è sanatana e Dio è sanatana e il mondo spirituale è sanatana, e il processo che ristabilisce la relazione perduta con Dio e che ci riporta a casa, da Dio, è chiamato sanatana-dharma. sanatana-dharma; questa è la nostra eterna relazione con Dio ".

(AC Bhaktivedanta Swami Prabhupada. 15 gennaio 1974. Srimad Bhagavatam lezione SB 1.16.19. Hawaii)