Perché sostenere la I.S.K.Con.?

Qualunque cosa tu faccia...
Qualunque cosa tu faccia...
qualunque cosa tu mangi, sacrifichi od offri in carita', come pure le austerita' che compi - offri tutto a Me, o figlio di Kunti. (B.G. - 9.27)
Leggi
Qualunque sia il metodo...
Qualunque sia il metodo...
adottato per servire Krishna, si deve rinunciare ai frutti del proprio lavoro cioe' si devono impiegare i risultati delle proprie attivita' (karma) per una buona causa. (Srila Prabhupada)
Leggi
Ogni uomo dovrebbe...
Ogni uomo dovrebbe...
dare in carità il 50% dei suoi guadagni al servizio di una buona causa e, secondo i testi sacri, questa causa è la Coscienza di Krishna. (Srila Prabhupada)
Leggi
Chiunque puo' sacrificare una...
Chiunque puo' sacrificare una...
parte dei frutti delle sue azioni per la diffusione della Coscienza di Krishna; questo servizio volontario lo aiutera' a sviluppare il suo amore per Dio e raggiungere cosi' la perfezione. (Srila Prabhupada)
Leggi

separatore iskcon

Alimentazione Vegetariana

Cucinare con Arte

di Saiva Devi Dasi

Sebbene possa sembrare strano, spesso succede che alle cose molto importanti della nostra vita non diamo il tempo e l'attenzione che meritano. Uno degli aspetti più comuni del nostro vivere quotidiano è la preparazione del cibo. Dalla nostra abilità culinaria dipendono tante cose. Come e cosa mangiamo influenzano in modo determinante la nostra salute fisica la quale poi a sua volta condiziona realtà essenziali come per esempio il rendimento sul lavoro, le relazioni in famiglia, il nostro stato d'animo. Quando una persona sta sempre male, si sente spesso stanca e ha dolori dappertutto è naturale che diventi nervosa e per questo non sarà una compagnia piacevole per coloro che la circondano. Questo renderà la vita ancora più complicata. Il nostro nervosismo quotidiano può dipendere dalla cattiva digestione o, viceversa, si può digerire male a causa del nervosismo. Quindi quello che dobbiamo fare è cambiare radicalmente la nostra relazione col cibo. Il primo passo è quello di diventare definitivamente vegetariani. Del perché e del come abbiamo parlato spesso e dettagliatamente. Il passo successivo è quello di informarsi sulla creazione di combinazioni alimentari che siano complete di tutti gli elementi necessari ad una dieta equilibrata e sana. In poche parole occorre sviluppare una certa cultura alimentare: sapere dove acquistare gli ingredienti più idonei ed essere in grado di decidere autonomamente cosa mangiare e non mangiare evitando di rimanere influenzati dai bombardamenti pubblicitari. Vorrei sottolineare che, nonostante possa sembrare eccessivo dare tutta questa importanza alla nostra alimentazione, è indispensabile assegnare ad essa il giusto valore mettendo molta attenzione, soprattutto all'inizio della nuova pratica alimentare, al fine di formarci un comportamento che non richieda, successivamente, nessuno sforzo. Tutti hanno diritto di sapere come mangiare e una tale educazione dovrebbe essere impartita sin dalla più tenera età. Cucinare è un'attività molto creativa e soprattutto un modo semplice e bello per dimostrare amore verso gli altri. Il cibo che cuciniamo assorbe le "vibrazioni" che emettiamo. In altre parole se entriamo in cucina tranquilli e con la mente calma e positiva, il cibo da noi cucinato avrà molto probabilmente un aspetto e un gusto migliori. Ricordatevi che il cibo preparato in questo modo può essere offerto a Sri Krishna e venire così spiritualizzato. Cercate di cucinare pensando a quello che state facendo. Tenete la vostra cucina pulita e ordinata, preparate cose semplici e ben saporite, col tempo abituatevi a non usare più le ricette scritte e a dare sfogo alla vostra creatività esplorando da soli il mondo dell'arte culinaria. Se qualche cosa non vi viene bene non scoraggiatevi e tentate di nuovo in un altro momento. Abbiamo già parlato del fatto che la digestione inizia dal momento in cui vediamo il cibo. E' quindi lecito dire che "l'occhio vuole la sua parte" e che il cibo ben decorato è più gustoso. Di decorazione finali possiamo parlare in un'altra occasione, vediamo invece adesso come si può tagliare la verdura in tanti modi divertenti prima di cucinarla.



Ecco alcuni esempi:

 

 1) Taglio diagonale: la forma dei pezzi tagliati dipende dall'angolo nel quale si trova il nostro coltello.
 2) Taglio triangolare: tagliate la carota cambiando posizione del coltello facendo così piccoli triangoli.
 3) Mezza luna: tagliate la carota a metà per il lungo, poi tagliatela a fette sottili.
 4) Cubettini: adatto per patate e carote.
 5) Bastoncini: affettate la carota o la patata e tagliate poi le fette a forma di sottili bastoncini.
 6) Fiore: fate i pezzi lunghi 34 cm e poi tagliate con il coltello dall'alto facendo una specie di rete lasciando la parte inferiore intatta. Mettete a bagno nell'acqua fredda prima di cucinarli per aiutare il "fiore" ad aprirsi.
 7) Rettangoli: pezzi di 23 cm tagliati per il lungo a forma di rettangoli.
 8) Stelle: per tutta la lunghezza della carota fate dei piccoli canali (4 o 5) non molto profondi, poi affettate la carota.
 9) Quarti di cilindri: tagliate per il lungo in quattro parti uguali una carota e poi affettatela.
10) Scaglie: tagliate una carota a scaglie.



Prendendo spunto da questi consigli date spazio alla vostra creatività e alla vostra fantasia, trovando sempre nuovi modi per rendere più belle le vostre ricette. Buon divertimento!

Questa rubrica è curata da Saiva devi dasi, esperta di cucina e alimentazione vegetariana. Conduce corsi di cucina ed esprime la sua abilità culinaria vegetariana da oltre dieci anni.


Studio sulla Bhagavad-gita


Domande e risposte - 1a…

(1a parte) Domande e risposte sulla Bhagavad-gita Che cos'è la Bhagavad-gita? La Bhagavad-gita ("Il canto del Signore"), nota...

Domande e risposte - 2a…

(2a parte) Domande e risposte sulla Bhagavad-gita Che cosa sono i jiva? I jiva siamo noi, esseri viventi...

Un breve riassunto

Un breve riassunto della Bhagavad-gita La Bhagavad-gita inizia con il re cieco Dhritarastra che chiede al...

Un sommario - 1a parte

Un sommario della Bhagavad-gita (parte I) La luce della Gita di Kalakantha Dasa Bhagavad-gita significa "il canto (gita)...

Un sommario - 2a parte

Un sommario della Bhagavadgita (parte II) La luce della Gita di Kalakantha Dasa   "Sono la fonte di tutti...

Bhagavad-gita_NOANNIVERSARY
  • 1
  • 2
Prev Next

Il Dharma

Il dharma nella Bhagavad-gita Sri Krishna cambia la comprensione di Arjuna  per quanto riguarda la...

Krishna è Dio

Krishna è Dio, la Persona Suprema   Nell'Atharva-veda, la  Gopala-tapani Upanisad dichiara direttamente che Krishna, è Dio...

L'antica scienza dell'agire

  L'antica scienza dell'agire Forse avrete sentito il racconto di alcuni ricchi mercanti o di baroni turbolenti...

La scala dello Yoga

  La scala dello yoga Dal fondo alla cima Si può iniziare la propria "scalata" sulla scala dello...

Le qualità della virtù

  Le qualità della virtù Il compimento delle tre austerità che seguono, sono dette qualità della virtù...

  • 1
  • 2
  • 3
Prev Next

Capitolo 01

1° Capitolo Sul campo di battaglia di Kuruksetra a. I preparativi per la guerra (1.1-27) 1. Sańjaya informa...

Capitolo 02

2° Capitolo Il contenuto della Bhagavad-gita a. Arjuna si sottomette a Krishna, e Krishna si accinge ad...

Capitolo 03

3° Capitolo Il karma-yoga a. La confusione: Rinunciare o agire (3.1-2) Arjuna chiede a Krishna come mai Lui...

Capitolo 04

4° Capitolo La conoscenza trascendentale a. La conoscenza trascendentale che riguarda Krishna (4.1-10) 1. Questa Bhagavad-gita precedentemente fu...

Capitolo 05

b. Agire con distacco (5.7-12) 1. Un'anima pura non rimane legata perché, sebbene agisca, essa fissa...

Capitolo 06

6° Capitolo Il dhyana-yoga a. Avanzare nello yoga tramite il distacco (6.1-4) 1. Il sannyasa e lo yoga...

Capitolo 07

7° Capitolo La conocenza dell'Assoluto   a. Conoscere Krishna  completamente tramite l'ascolto (7.1-3) Krishna chiede ad Arjuna di ascoltare...

Capitolo 08

8° Capitolo Raggiungere il Supremo a. Krishna risponde alle domande di Arjuna (8.1-4) Arjuna pone otto domande a...

Capitolo 09

9° Capitolo La conoscenza più confidenziale   a. Ascoltare di Krishna: qualità da sviluppare e da evitare. (9.1-3) La...

Capitolo 10

10° Capitolo L'opulenza dell'Assoluto   a. La posizione di Krishna come l'origine di ogni cosa (10.1-7) 1. Chiunque conosca...

Capitolo 11

11° Capitolo La forma universale a. La domanda di Arjuna e la descrizione di Krishna della forma...

Capitolo 12

12° Capitolo Il servizio di devozione a. La bhakti supera l'impersonalismo (12.1-7) 1. Colui che fissa la mente...

Capitolo 13

13° Capitolo La natura, il beneficiario e la coscienza a. Le sei domande di Arjuna (13.1) Arjuna chiede...

Capitolo 14

14° Capitolo Le tre influenze della natura materiale a. La liberazione e il condizionamento dell'essere vivente (14.1-4) 1...

Capitolo 15

15° Capitolo Lo yoga della Persona Suprema a. Distaccarsi dal mondo materiale, il riflesso del mondo spirituale...

Capitolo 16

16° Capitolo Natura divina e natura demoniaca a. Qualità trascendentali e qualità demoniache (16.1-6) 1. Vengono menzionate 26...

Capitolo 17

17° Capitolo Le divisioni della fede a. Le influenze determinano le proprie attività: fede e adorazione secondo...

Capitolo 18

18° Capitolo La perfetta rinuncia a. Agire con distacco è la vera rinuncia e agendo in questo...