Cerca

GTranslate

Menu Principale

Ricorrenze del mese

Ratha Yatra a Milano

rathayatra

Bhagavad-gita: Il verso del giorno

Bhagavad-gita_NOANNIVERSARY

10 OTTOBRE 2019 - Scomparsa

Krishnadasa Kaviraja Goswami

Srila Krishnadasa Kaviraja Gosvami

Apparendo vicino a Katva, Krishna Dasa Kaviraja partì per Vrindavana dopo che Sri Nityananda gli disse in sogno: "Sono krishnadasa, na karaha bhaya, Vrindavana yaha tanha, sarva larya haya; "0 mio caro Krishnadasa, non temere. Vai a Vrindavana. Lì avrai tutto ciò che devi ottenere ". (Caitanya-caritamrita Adi 5.195)

Krishna Dasa prese diksha da Raghunatha Dasa Goswami. Visse una vita di rinuncia al Syama-kunda vicino a Manasa Pavana Ghat, dove Srimati Radharani faceva il bagno di mezzogiorno.

Sri Jiva Goswami, secondo la sua consuetudine di assegnare titoli d'onore a devoti qualificati, diede a Krishna Dasa il titolo di Kaviraja (il re dei poeti) per il suo poetico capolavoro Govinda-lilamrita. Sri Narottama Dasa Thakura scrisse a Prarthana: "Krishna Dasa Kaviraja, che ha composto la Sri Caitanya-caritamrita, è l'intenditore tra i devoti. La sua Govinda-lilamrita sposta le pietre sulle lacrime, ma purtroppo la mia mente non è attratta da esso."

Durante il periodo di Krishna Dasa, tutti i Vaisnava si riunivano nel Tempio di Govindaji per ascoltare Sri Haridasa Pandit leggere lo Sri Caitanya Bhagavata. I devoti erano ansiosi di conoscere i passatempi successivi del Signore Gauranga, quindi chiesero a Krishna Dasa Kaviraja di scriverli. Krishna Dasa pregò Madana Mohana per poter  scrivere i passatempi di Sri Caitanya e di  ricevere quindi le benedizioni. La ghirlanda di fiori della Divinità cadde, indicando così una sanzione divina. 

La Sri Caitanya-caritamrita di Krishna Dasa Kaviraja è la biografia più accurata, autentica e filosofica del Signore Caitanya. Ogni linea è piena di infinita umiltà, entusiasmo e devozione per Sri Caitanya Mahaprabhu e Sri Nityananda Prabhu. Krishna Dasa aveva il meraviglioso potere di parlare senza offendere, anche quando rimproverava i suoi avversari.

Aveva una vasta conoscenza di tutte le scritture vediche. I suoi libri mostrano la sua abilità negli sruti, smrti, nyaya, jyotir sastra e nelle arti culinarie. Sebbene fosse uno studioso erudito, un asceta rigoroso, un parikamsa rasika vaishnava, Krishna Dasa scrive di se stesso: "Sono sordo, stupido, completamente analfabeta, mondano e inferiore a un verme nelle feci". La sua umiltà personale attira automaticamente il cuore di ogni lettore della Sri Caitanya-caritamrita.
 
Krishna Dasa Kaviraja era un esempio vivente di "più umile di un filo d'erba, più tollerante di un albero". Un Devoto avanzerà spiritualmente e comprenderà gli insegnamenti di Sri Caitanya sulla Radha-Krishna prema bhakti leggendo la Sri Caitanya-caritamrita.

Associandosi a Sri Krishna Dasa Kaviraja, un associato eternamente liberato del Signore Caitanya, si svilupperanno le qualità Vaisnava di umiltà, innocenza, integrità, equanimità, dolcezza, purezza, altruismo, pazienza, gentilezza, gravità, libertà dai desideri materiali, temperamento mite , controllo delle sei passioni, cordialità, onorare tutti gli esseri, silenzio, perizia, poetica e resa assoluta a Sri Krishna.
 
Nel vraja-lila Krishna Dasa Kaviraja è Kasturi-manjari, una delle otto ancelle più intime di Srimati Radharani. Il suo samadhi è al Radha-kunda, al tempio di Radha-Damodara secondo altri. 

 

Please publish modules in offcanvas position.