Cerca

GTranslate

Menu Principale

Ricorrenze del mese

Ratha Yatra a Milano

rathayatra

Bhagavad-gita: Il verso del giorno

Bhagavad-gita_NOANNIVERSARY

2 MARZO 2018

JagannathMisra

Festival di Jagannatha Misra

Sri Caitanya Bhagavata - Adi Lila Capitolo 3

1. Anche prima della Sua nascita, il Signore aveva già diffuso il canto dei Suoi santi nomi.

2. Una marea di persone andò a bagnarsi nel Gange nel momento dell'eclisse e tutte cantavano così i nomi del Signore.

3. Anche chi dalla nascita non aveva mai pronunciato il nome di Dio, ora, sulla strada per il Gange, Lo stava recitando.

4. I suoni e i canti arrivavano da ogni direzione e il Signore Supremo, il migliore dei brahmana, appena apparve sorrise a Se stesso.

5. Sri Jagannatha Misra e Srimati Sacidevi guardarono il bel viso del bambino e, sul punto di svenire, furono sopraffatti dalla gioia.

6. Le signore stavano in piedi attorno al bambino senza saper cosa fare; gridarono dalla felicità.

7. Parenti ed amici si affrettarono ad andare a vedere il bambino appena nato; la casa di Jagannatha Misra era il palcoscenico dell'esultanza.

8. Srila Nilambara Cakravarti, il padre di Srimati Sacidevi, trovò meravigliosi segni esoterici in ogni casa della carta astrologica del bambino.

9. Srila Cakravarti rimase sbalordito vedendo la bellezza del bambino e notò la presenza di tutti i segni divini sulla Sua Persona.

10. Una profezia molto popolare diceva che un giorno, nel Bengala, sarebbe nato un Re come figlio di un brahmana, così, Srila Cakravarti pensò che solo il tempo avrebbe rivelato se si trattava di Questo bambino.

11. In presenza di tutti, Sri Nilambara Cakravarti, che era un esperto astrologo, iniziò a spiegare le ramificazioni dei diversi segni nella carta astrologica del Signore.

12. Più approfondiva l'esame della carta astrologica del bambino e più diventava difficile per lui descrivere la posizione del Signore.

13. Il bambino conquisterà Brihaspati (il simbolo dell'apprendimento e dell'istruzione) e diventerà uno studioso; Egli sarà il deposito naturale di tutte le qualità divine.

14. Presente alla riunione, c'era un grande santo nei panni di un brahmana che fece delle previsioni sul futuro del Signore.

15. Il brahmana disse: "Questo bambino è Sri Narayana, il Signore Supremo Stesso. Egli stabilirà l'essenza di tutte le religioni".

16. "Egli inizierà un meraviglioso movimento di predica e lo diffonderà in tutto il mondo".

17. "Egli darà a tutti ciò che è sempre auspicato anche da Brahma, Siva o Sukadeva Gosvami".

18. "VedendoLo la gente diventerà compassionevole verso tutti gli esseri viventi e indifferente verso gioie e dolori materiali. Questa sarà la più grande benedizione per il mondo intero".

19. "Per non palare degli uomini comuni, anche gli atei dal cuore duro adoreranno i piedi di loto di questo bambino".

20. "Egli sarà glorificato in tutta l'intera creazione e le persone, di qualsiasi ordine sociale, verranno ad adorararLo".

21. "Egli è la personificazione della pura religione Bhagavata (la religione eterna), il benefattore dei brahmana, delle mucche e dei  Suoi affezionati devoti; sarà dedito ai Suoi genitori".

22. "Questo bambino è venuto, come Signore Supremo, per compiere grandi opere; si è incarnato come Sri Narayana per ristabilire i principi della religione".

23. "Chi può spiegare le esaltanti carte astrologiche ed esoteriche di questo bambino?"

24. "Come sei fortunato Jagannatha Misra, una guida in mezzo agli uomini. Offro i miei omaggi a te che sei l'illustre padre di questo bambino.

25. "Mi sento molto fortunato di aver potuto fare la Sua carta astrologica. Il Suo nome, in accordo ad essa sarà Sri Visvambara".

26. "Sarà conosciuto come Navadvipa-Candra (la luna di Navadvipa). Egli è la beatitudine spirituale personificata".

27. Il brahmana non menzionò il fatto che Sri Caitanya avrebbe preso il sannyasa, l'ordine di rinuncia, in quanto ciò avrebbe turbato l'atmosfera gioiosa che coinvolgeva i Suoi genitori".

28. Sri Jagannatha Misra, rimasto affascinato dalle descrizioni fatte dal brahmana e volle subito offrirgli dei doni.

29. Il brahamana era molto povero e Sri Jagannatha Misra, sentendosi felice per le sue parole, cadde ai suoi piedi piangendo.

30. Il brahmana, sorpreso, agguantò a sua volta i piedi di Sri Misra e tutti i presenti, con grande gioia, gridarono: "Hari, Hari".

31. I genitori e gli intervenuti alla festa, sentite le predizioni sovrannaturali sul futuro del bambino, Lo benedirono.

32. Ben presto arrivarono musicisti con mridanga, flauti e shanhai (strumenti ad ancia) e l'aria così si riempì di musica meravigliosa.

33. In questo incontro meraviglioso, inosservate dame dei pianeti celesti si mischiarono liberamente con le signore della terra.

34. La madre degli esseri celesti, Aditi, sorridendo pose la sua mano destra, che reggeva erba e altri segni di buon augurio, sulla testa del bambino benedicendolo con le parole: "Lunga vita".

35. "Per favore resta eternamente, nel mondo materiale, a manifestare i Tuoi divertimenti". Questa è la spiegazione delle parole "Lunga vita".

36. Srimati Sacidevi e altri, notata la straordinaria bellezza di queste donne, esitarono però a chiedere la loro identità.

37. I deva, rispettosamente, presero la polvere dei piedi di loto di Srimati Sacidevi e lei, in grande giubilo perse la voce.

38 e 39. Né i Veda né Ananta Sesa potrebbero descrivere le onde di giubilo che pervadevano la casa di Sri Jagannatha Misra. Sembrava che l'intera popolazione di Nadia fosse presente nella casa di Sacidevi a sperimentare l'incredibile gioia.

40. Ovunque si trovasse la gente, nelle loro case, sulle rive del Gange o per le strade, cantava ad alta voce i santi nomi del Signore.

41. Sommersi dalla gioia, tutti celebravano l'apparizione del Signore, anche se inconsapevolmente, in quanto pensavano che la festa fosse per l'eclissi lunare.

42. Sri Caitanya è apparso nella notte di luna piena  del mese di Phalguna; questo giorno è il più adorabile per Brahma e tutte le altre grandi personalità.

43. Questo giorno, il giorno dell'apparizione del Signore, è il più santo fra i giorni santi; è il giorno della devozione personificata.

44 e 45. Sri Caitanya è apparso nella notte della luna piena del mese di Phalguna e Sri Nityananda è apparso la notte del tredicesimo giorno della luna crescente. Entrambi questi giorni sono occasioni trascendentali piene di tutti i migliori auguri.

46. Se si seguono appropriatamente questi due santi giorni si sviluppa l'amore per Dio e si tagliano i nodi dell'esistenza materiale.

47. I giorni delle apparizioni, dei puri devoti vaisnava e del Signore Supremo, sono trascendentali e pieni di buoni auguri.

48. Chiunque ascolti la narrazione dell'apparizione del Signore Caitanya, è liberato da tutte le miserie della vita e della morte.

49. Chiunque ascolti i divertimenti del Signore Caitanya immediatamente ottiene l'amore per Dio e diventa un Suo eterno servitore; ad ogni apparizione del Signore egli Lo segue nel mondo materiale.

50. L'Adi Khanda è meraviglioso perché contiene la descrizione dei divertimenti dell'apparizione del Signore Caitanya.

51. La letteratura vedica descrive questi divertimenti come eterni anche se a volte Egli compare e a volte scompare.

52. I divertimenti del Signore Caitanya non hanno inizio né fine; io li descrivo solo per la Sua misericordia.

53. Offro i miei umili omaggi ai piedi del Signore e ai piedi dei devoti del Signore. Prego perché io possa essere perdonato per tutte le offese.

54. Io, Vrindavana dasa, offro questa canzone ai piedi di loto delle mie, anima e vita, il Signore Sri Krishna Caitanya e il Signore Sri Nityananda Prabhu.


Please publish modules in offcanvas position.