Perché sostenere la I.S.K.Con.?

Qualunque cosa tu faccia...
Qualunque cosa tu faccia...
qualunque cosa tu mangi, sacrifichi od offri in carita', come pure le austerita' che compi - offri tutto a Me, o figlio di Kunti. (B.G. - 9.27)
Leggi
Qualunque sia il metodo...
Qualunque sia il metodo...
adottato per servire Krishna, si deve rinunciare ai frutti del proprio lavoro cioe' si devono impiegare i risultati delle proprie attivita' (karma) per una buona causa. (Srila Prabhupada)
Leggi
Ogni uomo dovrebbe...
Ogni uomo dovrebbe...
dare in carità il 50% dei suoi guadagni al servizio di una buona causa e, secondo i testi sacri, questa causa è la Coscienza di Krishna. (Srila Prabhupada)
Leggi
Chiunque puo' sacrificare una...
Chiunque puo' sacrificare una...
parte dei frutti delle sue azioni per la diffusione della Coscienza di Krishna; questo servizio volontario lo aiutera' a sviluppare il suo amore per Dio e raggiungere cosi' la perfezione. (Srila Prabhupada)
Leggi

separatore iskcon

10 MAGGIO 2017 - Scomparsa

Parameshvara-Dasa-Thakura-

Sri Paramesvara Dasa Thakura

 

Sri Paramesvari dasa Thakura, conosciuto anche come Paramesvara,  nacque in una famiglia di medici, ad Atapur, sul ramo di Canpandanga della linea ferroviaria Howrah-Amrah. Ora il servizio ferroviario è stato rimosso ed è in funzione solo la linea di autobus che parte dalla stazione di Howrah ed impiega circa due ore per raggiungere Atapur. In precedenza Atapur era conosciuta come Visakhala.

C.C. - Adi-lila 11.29

parmesvara-dasa--nityanandaika-sarana

ktishna-bhakti paya, tanre ye hare smarana

"Paramesvara dasa affermò di essere il quinto gopala della krishna-lila, completamente arreso ai piedi di loto di Nityananda. Chiunque ricordi il suo nome, Paramesvara dasa, riceverà molto facilmente l'amore per Krishna".

 

 

Spiegazione

Il Caitanya-bhagavata afferma che Paramesvara dasa, noto talvolta come Paramesvari dasa, era l'anima stessa di Sri Nityananda Prabhu. Il corpo di Paramesvara dasa era il luogo dei divertimenti di Sri Nityananda. Paramesvara dasa, che visse per qualche tempo nel villaggio di Khada-daha, era sempre colmo dell'estasi di un pastorello. Un tempo era Arjuna, un amico di Krishna e Balarama. Egli era il quinto tra i dodici gopala: accompagnò Srimati Jahanava-devi quando lei compì il festival di Kheturi.

E' affermato nel Bhakti-ratnakara che per ordine di Srimati Jahnava-mata, egli installò Radha-Gopinatha nel tempio di Atapura, nel distretto di Hugali. La stazione di Atapura è situata sulla linea a scartamento ridotto tra Howra e Amata.

Un altro tempio di Atapura, istituito dalla famiglia Mitra, è il tempio di Radha-Govinda. Di fronte al tempio, in posizione molto bella tra due alberi bakula e un albero kadamba, c'è il samadhi, la tomba, di Paramesvara Thakura, e al di sopra di esse c'è un altare con un cespuglio di tulasi. Si dice che un solo fiore all'anno sbocci sull'albero kadamba. Questo fiore è offerto alle Divinità.

E' detto che Parmesvara Thakura apparteneva a una famiglia vaidya. Un discendente di suo fratello è oggi un adoratore nel tempio. Alcuni membri della famiglia risiedono ancora nel distretto di Hugali, presso l'ufficio postale di Canditala.

I discendenti di Paramesvara Thakura ebbero molti discepoli di estrazione brahminica, ma essendosi in seguito dedicati alla professione medica, le persone di origine brahminica si astennero dal diventare loro discepoli. I titoli di famiglia dei discendenti di Paramesvara sono Adhikari e Gupta.

Sortunatamente, i membri della sua famiglia non adorarono direttamente la Divinità, ma impegnarono in questa adorazione brahmana stipendiati. Nel tempio, Baladeva e Sri Sri Radha-Gopinatha sono insieme sul trono. Si suppone che la Divinità di Baladeva sia stata installata più tardi perché, secondo il sentimento trascendentale, Baladeva, Krishna e Radha non possono sedere sul medesimo trono.

Nel giorno della luna piena di vaisakha (aprile-maggio), in questo tempio si celebra la festa per la scomparsa di Paramesvara Thakura.

Sri Kavi Karnapura Gosvami ha scritto: namnarjunah sakha prag yo dasah paramesvarah, "Paramesvara dasa Thakura era il quinto pastorello, amico di Sri Krishna, chiamato Arjuna".

Sri Vrindavana dasa Thakura ha scritto nel Caitanya-bhagavata:

 

nityananda jivan paramesvar das
jahar vigrahe nityananda vilasa
krsna das paramesvar das dvi jon
gopabhave hoi hoi kore sarvakkon

 

"Paramesvara è la vita di Sri Nityananda e la sua forma (il corpo) è il luogo dei Suoi divertimenti. Krishna dasa e Paramesvara, essendo immersi nei sentimenti dei pastorelli, sono sempre avvolti dalle relative emozioni".

 

Quando Jahnava-mata partecipò al festival di Kheturi, Paramesvara Thakura l'accompagnò durante il viaggio per Vrindavana. Egli installò Sri Sri Radha-Gopinatha ad Atapur per soddisfare il desiderio di Sri Jahnava devi, che presenziò personalmente alla celbrazione della Loro installazione.

paramesvari dasa thakura bandibo sabdhane
srigale loyar nam sankirtan sthane

Un giorno, vicino a Sri Rampur, ad Akna Mahesh (il luogo di nascita di Kamalakara Pippalai), ci fu un festival chiamato nama-sankirta che si svolse all'interno del tempio del Signore Jagannatha. Paramesvara Thakura danzò in uno stato di completa intossicazione dell'amore per Dio. Alcuni atei che passarono di là, vedendo che c'era una volpe morta in mezzo alla strada, raccolsero il corpo e lo gettarono nel mezzo della festa del sankirtana.

I vaisnava presenti, in estasi per il festival, non fecero alcuna rimostranza per l'accaduto ma Paramesvara divenne triste alla vista del corpo della sfortunata volpe e per la sua misericordia la riportò in vita. Velocemente la volpe uscì dalla sala del tempio e si diresse verso i malfattori che presi dalla paura fuggiro subito dal luogo in cui si trovavano.

Paramesvara dasa Thakura accompagnò la Divinità di Srimati Radharani che Srimati Jahnava-devi inviò a Sri Govinda a Vrindavana. Paramesvara Thakura era un servitore molto caro di Srimati Jahnava-mata.

La sua scomparsa cade nel giorno di luna piena del mese di Vaisakha. In questo giorno il khunti (1) da lui usato nel sankirtan, viene messo vicino al suo samadhi.


(1) Il khunti è un simbolo che viene trasportato dalle persone che precedono la sfilata durante il sankirtan. Probabilmente il suo utilizzo risale al tempo in cui il Kazi fece la promessa che nessuno avrebbe più disturbato, da allora, il sankirtan dei devoti. Difatti è l'emblema del Kazi e la sua presenza davanti alla sfilata indica che questa è stata autorizzata dal Kazi e che perciò nessuno la può disturbare. Ai giorni nostri il khunti viene decorato col tilaka, fiori, vestiti, ecc... ed è adorato come la manifestazione Stessa di Sri Caitanya Mahaprabhu.

Studio sulla Bhagavad-gita


Domande e risposte - 1a…

(1a parte) Domande e risposte sulla Bhagavad-gita Che cos'è la Bhagavad-gita? La Bhagavad-gita ("Il canto del Signore"), nota...

Domande e risposte - 2a…

(2a parte) Domande e risposte sulla Bhagavad-gita Che cosa sono i jiva? I jiva siamo noi, esseri viventi...

Un breve riassunto

Un breve riassunto della Bhagavad-gita La Bhagavad-gita inizia con il re cieco Dhritarastra che chiede al...

Un sommario - 1a parte

Un sommario della Bhagavad-gita (parte I) La luce della Gita di Kalakantha Dasa Bhagavad-gita significa "il canto (gita)...

Un sommario - 2a parte

Un sommario della Bhagavadgita (parte II) La luce della Gita di Kalakantha Dasa   "Sono la fonte di tutti...

Bhagavad-gita_NOANNIVERSARY
  • 1
  • 2
Prev Next

Il Dharma

Il dharma nella Bhagavad-gita Sri Krishna cambia la comprensione di Arjuna  per quanto riguarda la...

Krishna è Dio

Krishna è Dio, la Persona Suprema   Nell'Atharva-veda, la  Gopala-tapani Upanisad dichiara direttamente che Krishna, è Dio...

L'antica scienza dell'agire

  L'antica scienza dell'agire Forse avrete sentito il racconto di alcuni ricchi mercanti o di baroni turbolenti...

La scala dello Yoga

  La scala dello yoga Dal fondo alla cima Si può iniziare la propria "scalata" sulla scala dello...

Le qualità della virtù

  Le qualità della virtù Il compimento delle tre austerità che seguono, sono dette qualità della virtù...

  • 1
  • 2
  • 3
Prev Next

Capitolo 01

1° Capitolo Sul campo di battaglia di Kuruksetra a. I preparativi per la guerra (1.1-27) 1. Sańjaya informa...

Capitolo 02

2° Capitolo Il contenuto della Bhagavad-gita a. Arjuna si sottomette a Krishna, e Krishna si accinge ad...

Capitolo 03

3° Capitolo Il karma-yoga a. La confusione: Rinunciare o agire (3.1-2) Arjuna chiede a Krishna come mai Lui...

Capitolo 04

4° Capitolo La conoscenza trascendentale a. La conoscenza trascendentale che riguarda Krishna (4.1-10) 1. Questa Bhagavad-gita precedentemente fu...

Capitolo 05

b. Agire con distacco (5.7-12) 1. Un'anima pura non rimane legata perché, sebbene agisca, essa fissa...

Capitolo 06

6° Capitolo Il dhyana-yoga a. Avanzare nello yoga tramite il distacco (6.1-4) 1. Il sannyasa e lo yoga...

Capitolo 07

7° Capitolo La conocenza dell'Assoluto   a. Conoscere Krishna  completamente tramite l'ascolto (7.1-3) Krishna chiede ad Arjuna di ascoltare...

Capitolo 08

8° Capitolo Raggiungere il Supremo a. Krishna risponde alle domande di Arjuna (8.1-4) Arjuna pone otto domande a...

Capitolo 09

9° Capitolo La conoscenza più confidenziale   a. Ascoltare di Krishna: qualità da sviluppare e da evitare. (9.1-3) La...

Capitolo 10

10° Capitolo L'opulenza dell'Assoluto   a. La posizione di Krishna come l'origine di ogni cosa (10.1-7) 1. Chiunque conosca...

Capitolo 11

11° Capitolo La forma universale a. La domanda di Arjuna e la descrizione di Krishna della forma...

Capitolo 12

12° Capitolo Il servizio di devozione a. La bhakti supera l'impersonalismo (12.1-7) 1. Colui che fissa la mente...

Capitolo 13

13° Capitolo La natura, il beneficiario e la coscienza a. Le sei domande di Arjuna (13.1) Arjuna chiede...

Capitolo 14

14° Capitolo Le tre influenze della natura materiale a. La liberazione e il condizionamento dell'essere vivente (14.1-4) 1...

Capitolo 15

15° Capitolo Lo yoga della Persona Suprema a. Distaccarsi dal mondo materiale, il riflesso del mondo spirituale...

Capitolo 16

16° Capitolo Natura divina e natura demoniaca a. Qualità trascendentali e qualità demoniache (16.1-6) 1. Vengono menzionate 26...

Capitolo 17

17° Capitolo Le divisioni della fede a. Le influenze determinano le proprie attività: fede e adorazione secondo...

Capitolo 18

18° Capitolo La perfetta rinuncia a. Agire con distacco è la vera rinuncia e agendo in questo...