Cerca

GTranslate

6 SETTEMBRE 2017

Srila Visvarupa Mahotsava

Oggi è un giorno speciale nella nostra successione disciplica perché Sri Caitanya Mahaprabhu prese sannyasi ed iniziò la ricerca di Suo fratello Visvarupa.

Durante la Sua ricerca scoprì che Srila Visvarupa si trovava a Panderapura, dove aveva lasciato il corpo. Il suo samadhi si trov sulla riva del fiume Bhima. In seguito a questa scoperta, Sri Caitanya Mahaprabhu seguì rigidamente il Caturmasya-vrata per quattro mesi e si rasò i capelli. Prima di allora non Si era mai tagliato le unghie ed i capelli durante il Caturmasya. Egli osservò quindi rigidamente tutte le regole e le regolazioni del Caturmasya.

E' detto che Sankararanya era il sannyasi di nome Srila Visvarupa, che era il fratello maggiore di Visvambhara (il nome origianle di Sri Caitanya Mahaprabhu). Sankararanya morì nel 1432 dell'era Sakabda a Solapura dove c'è un luogo di pellegrinaggio noto come Panderapura. A questo proposito c'è un riferimento nel Madhya-lila capitolo Nove, versi 299 e 300.

(Srila A.C. Bhaktivedanta Swami Prabhupada. Sri Caitanya Caritamrita Adi-lila 10, 106 spiegazione)

 

Visvarupa era il fratello maggiore di Gaurahari, Sri Caitanya Mahaprabhu. Mentre si stavano facendo i preparativi per il Suo matrimonio, egli accettò il sannyasa ed abbandonò la dimora paterna. Divenne sannyasi con il nome di Sankararanya. Nel 1431 dell'era Sakabda scomparve a Panderapura nel distretto di Solapura. Come manifestazione di Sankarsana, Egli è contemporaneamente l'ingrediente e la causa immediata della creazione di questo mondo materiale. Non è differente da Sri Caitanya Mahaprabhu, così some amsa e amsi, ossia la parte e l'intero, non differiscono. Fa parte della manifestazione quadrupla del caturvyuha, come manifestazione di Sankarsana. Nel Gaura-candrodaya è detto che dopo la Sua cosiddetta morte Visvarupa rimase all'interno di Sri Nityananda Prabhu.

(Srila A.C. Bhaktivedanta Swami Prabhupada. Sri Caitanya Caritamrita Adi-lila 13,74 spiegazione)

 

Sri C.C. - Adi-lila 13.78
ataeva prabhu tanre bale, ‘bada bhai’
krishna, balarama dui——caitanya, nitai

Traduzione

Poiché Maha-Sankarsana è l'ingrediente e la causa efficiente della manifestazione cosmica, è presente in ogni particolare della manifestazione. Sri Caitanya Lo chiama quindi fratello maggiore. I due fratelli sono noti come Krishna e Balarama nel mondo spirituale, ma attualmente essi sono Caitanya e Nitai. Si può quindi concludere che Nityananda Prabhu è l'originale Sankarsana, Baladeva.

 

Sri C.C. - Madhya-lila 7.44
sannyasa kari’ visvarupa giyache dakshine
avasya kariba ami tanra anveshane

Traduzione

Visvarupa, Mio fratello maggiore, aveva accettato il sannyasa ed era partito verso il sud dell'India. Ora devo fare ricerche su di Lui.

Sri C.C. - Madhya-lila 7.45
ajna deha, avasya ami dakshine caliba
tomara ajnate sukhe leuti’ asiba’

Traduzione

Ti prego, permettiMi di andare, perché devo visitare l'India maridionale. Col tuo permesso tornerò presto molto felicemente.

Sri C.C. - Madhya-lila 7.46
suni’ sarvabhauma haila atyanta katara
carane dhariya kahe vishada-uttara

Traduzione

Avendo udito ciò, Sarvabhauma Bhattacarya apparve molto agitato. Afferrando i piedi di loto di Sri Caitanya Mahaprabhu diede questa risposta addolorata.

 

Sri C.C. - Madhya-lila 7.58
bhattacarya-sange ara yata nija-gana
jagannatha pradakshina kari’ karila gamana

Traduzione

Accompagnato dai Suoi compagni personali e da Sarvabhuama Bhattacarya, Sri Caitanya Mahaprabhu girò attorno all'altare di Jagannatha. Poi il Signore partì per il Suo viaggio nel sud dell'India.

Bhagavad-gita: Il verso del giorno

  • Bhagavad-gita cosi' com'e' - Il Verso di Oggi e': B.G. - 02.41

Ratha Yatra a Milano

rathayatra

Sostieni anche tu il Movimento di Sri Caitanya

Con un piccolo sforzo otterrai un grande risultato!