Perché sostenere la I.S.K.Con.?

Qualunque cosa tu faccia...
Qualunque cosa tu faccia...
qualunque cosa tu mangi, sacrifichi od offri in carita', come pure le austerita' che compi - offri tutto a Me, o figlio di Kunti. (B.G. - 9.27)
Leggi
Qualunque sia il metodo...
Qualunque sia il metodo...
adottato per servire Krishna, si deve rinunciare ai frutti del proprio lavoro cioe' si devono impiegare i risultati delle proprie attivita' (karma) per una buona causa. (Srila Prabhupada)
Leggi
Ogni uomo dovrebbe...
Ogni uomo dovrebbe...
dare in carità il 50% dei suoi guadagni al servizio di una buona causa e, secondo i testi sacri, questa causa è la Coscienza di Krishna. (Srila Prabhupada)
Leggi
Chiunque puo' sacrificare una...
Chiunque puo' sacrificare una...
parte dei frutti delle sue azioni per la diffusione della Coscienza di Krishna; questo servizio volontario lo aiutera' a sviluppare il suo amore per Dio e raggiungere cosi' la perfezione. (Srila Prabhupada)
Leggi

separatore iskcon

MondoSpirituale

Il mondo spirituale

Il mondo spirituale occupa tre quarti dell'intera creazione di Dio, mentre la manifestazione materiale ne occupa un quarto. La creazione materiale contiene illimitati universi, ognuno come il nostro, con molti pianeti e molte stelle. Il mondo spirituale è conosciuto con il nome di Vaikuntha, il luogo libero dall'ansietà. I pianeti del mondo spirituale rifulgono di luce propria e i loro residenti godono di una vita eterna, piena di conoscenza e beatitudine. Tra tutti questi pianeti spirituali, Goloka è il supremo. Lì, Dio in persona è adorato nella Sua forma originale e più attraente: Sri Krishna. La dimora di Krishna ė più estesa di tutti gli altri pianeti spirituali messi insieme.

Il supremo pianeta di Goloka è descritto come un fiore di loto spirituale con migliaia di petali. Nella corolla, Krishna abita nella casa di Suo padre e di Sua madre. Nanda e Yasoda, insieme a Suo fratello Balarama. I petali del loto sono le residenze delle Sue innumerevoli servitrici, le gopi, e le foglie sono le terre da pascolo dove Krishna e i Suoi amici si prendono cura di infinite mandrie di mucche surabhi. Tutti i testi vedici cantano le glorie della dimora di Krishna, descrivendolo come il migliore fra tutti i luoghi e i più grandi spiritualisti pregano per avere l'opportunità di andarci. Sri Krishna è servito dalla Sua energia spiriluale in tre aspetti. La potenza dell'esistenza in espansione manifesta e mantiene l'intero mondo spirituale e tutti i suoi residenti; la potenza di conoscenza fa si che i Suoi devoti possano realizzare pienamente la loro relazione d'amore con il Signore e l'energia di beatitudine estatica dà a Krishna felicità illimitata. Quest'ultimo aspetto è personificato da Srimati Radharani, la controparte femminile di Sri Krishna. La manifestazione materiale è il riflesso distorto del mondo spirituale. I tre aspetti dell'energia spirituale sono riflessi materialmente come le tre influenze della natura materiale: la virtù, la passione e l'ignoranza. Queste tre influenze creano, per tutte le anime che cadono sotto il loro cotrollo, un'illusoria, temporanea esistenza, piena di sofferenza. Il Signore Supremo desidera sempre la liberazione di queste anime condizionate. Comprendendo il Suo desiderio, l'energia spirituale crea un duplicato del pianeta spirituale Goloka nel mondo materiale. Tramite la Sua inconcepibile potenza, Egli può manifestare l'illimitato mondo spirituale direttamente nel regno materiale. Così Vrindavana, il luogo di nascita di Sri Krishna, benché situato geograficamente in India, ė di fatto trascendentale alle influenze della natura materiale. Krishna appare in questo universo in momenti prestabiliti, l'ultimo dei quali fù 5000 anni fà. Accompagnato dai Suoi eterni associati, Egli mostrò meravigliosi passatempi per attrarre le anime condizionate a tornare a casa, tornare da Dio. Tra tutti i passatempi, quelli svolti con la Sua compagna Srimati Radharani sono considerati i piu elevati perché da questi Krishna trae il più grande piacere. Ma, considerando la natura della Sua associazione con Srimati Radharani, Sri Krishna poteva percepire che la felicità di Lei era più elevata della Sua. Perciò, per comprendere la natura dell'amore di Srimati Radharani per Lui, le qualità in Lui che La attraevano tanto, e la felicità che Lei provava amando Krishna, il Signore decise di apparire in questo mondo per realizzare questi desideri. Così Egli apparve in una forma dorata, la stessa carnagione di Radharani, insegnando il canto dei Santi Nomi del Signore come metodo religioso adatto a quest'era. Questa apparizione di Krishna ė conosciuta come Sri Caitanya Mahaprabhu, che non è differente da Radha e Krishna insieme. Similmente Navadvipa, la terra in cui il Signore Caitanya ė apparso, non è differente dalla dimora di Krishna, Goloka. Sono identiche sotto ogni aspetto. Anche Navadvipa è come un fiore di loto con otto petali il cui centro è Antardvipa. Il punto più profondo è Mayapur, la casa del padre e della madre del Signore Caitanya, Jagannatha Misra e Sacidevi. Le anime intelligenti che desiderano tornare nel mondo spirituale devono seguire questo metodo religioso, come è stato insegnato da Sri Caitanya, cioè il canto dei Santi Nomi del Signore: Hare Krishna Hare Krishna Krishna Krishna Hare Hare Hare Rama Hare Rama Rama Rama Hare Hare. Cantando e adorando Sri Caitanya, come Egli ė apparso a Sridhama Mayapur, si realizzerà che il Signore Caitanya non è altri che Radha e Krishna. Così, adorando il Signore Caitanya, si adoreranno insieme anche Radha e Krishna. Rendendo perfetta la propria devozione con il canto dei Santi Nomi, quando si lascerà il proprio corpo sarà possibile ritornare nel mondo spirituale. Chi ha la stessa fede in Sri Krishna e in Sri Caitanya, otterrà simultaneamente due forme nel mondo spirituale. Con una si unirà ai divertimenti di Radha e Krishna e con l'altra si unirà a Sri Caitanya e ai Suoi associati nella zona di Navadvipa nello stesso pianeta spirituale. Questa è la più alta perfezione dell'esistenza, al di là della quale non c'ė nulla di più da desiderare.

di Tamala Krishna Gosvami

Studio sulla Bhagavad-gita


Domande e risposte - 1a…

(1a parte) Domande e risposte sulla Bhagavad-gita Che cos'è la Bhagavad-gita? La Bhagavad-gita ("Il canto del Signore"), nota...

Domande e risposte - 2a…

(2a parte) Domande e risposte sulla Bhagavad-gita Che cosa sono i jiva? I jiva siamo noi, esseri viventi...

Un breve riassunto

Un breve riassunto della Bhagavad-gita La Bhagavad-gita inizia con il re cieco Dhritarastra che chiede al...

Un sommario - 1a parte

Un sommario della Bhagavad-gita (parte I) La luce della Gita di Kalakantha Dasa Bhagavad-gita significa "il canto (gita)...

Un sommario - 2a parte

Un sommario della Bhagavadgita (parte II) La luce della Gita di Kalakantha Dasa   "Sono la fonte di tutti...

Bhagavad-gita_NOANNIVERSARY
  • 1
  • 2
Prev Next

Il Dharma

Il dharma nella Bhagavad-gita Sri Krishna cambia la comprensione di Arjuna  per quanto riguarda la...

Krishna è Dio

Krishna è Dio, la Persona Suprema   Nell'Atharva-veda, la  Gopala-tapani Upanisad dichiara direttamente che Krishna, è Dio...

L'antica scienza dell'agire

  L'antica scienza dell'agire Forse avrete sentito il racconto di alcuni ricchi mercanti o di baroni turbolenti...

La scala dello Yoga

  La scala dello yoga Dal fondo alla cima Si può iniziare la propria "scalata" sulla scala dello...

Le qualità della virtù

  Le qualità della virtù Il compimento delle tre austerità che seguono, sono dette qualità della virtù...

  • 1
  • 2
  • 3
Prev Next

Capitolo 01

1° Capitolo Sul campo di battaglia di Kuruksetra a. I preparativi per la guerra (1.1-27) 1. Sańjaya informa...

Capitolo 02

2° Capitolo Il contenuto della Bhagavad-gita a. Arjuna si sottomette a Krishna, e Krishna si accinge ad...

Capitolo 03

3° Capitolo Il karma-yoga a. La confusione: Rinunciare o agire (3.1-2) Arjuna chiede a Krishna come mai Lui...

Capitolo 04

4° Capitolo La conoscenza trascendentale a. La conoscenza trascendentale che riguarda Krishna (4.1-10) 1. Questa Bhagavad-gita precedentemente fu...

Capitolo 05

b. Agire con distacco (5.7-12) 1. Un'anima pura non rimane legata perché, sebbene agisca, essa fissa...

Capitolo 06

6° Capitolo Il dhyana-yoga a. Avanzare nello yoga tramite il distacco (6.1-4) 1. Il sannyasa e lo yoga...

Capitolo 07

7° Capitolo La conocenza dell'Assoluto   a. Conoscere Krishna  completamente tramite l'ascolto (7.1-3) Krishna chiede ad Arjuna di ascoltare...

Capitolo 08

8° Capitolo Raggiungere il Supremo a. Krishna risponde alle domande di Arjuna (8.1-4) Arjuna pone otto domande a...

Capitolo 09

9° Capitolo La conoscenza più confidenziale   a. Ascoltare di Krishna: qualità da sviluppare e da evitare. (9.1-3) La...

Capitolo 10

10° Capitolo L'opulenza dell'Assoluto   a. La posizione di Krishna come l'origine di ogni cosa (10.1-7) 1. Chiunque conosca...

Capitolo 11

11° Capitolo La forma universale a. La domanda di Arjuna e la descrizione di Krishna della forma...

Capitolo 12

12° Capitolo Il servizio di devozione a. La bhakti supera l'impersonalismo (12.1-7) 1. Colui che fissa la mente...

Capitolo 13

13° Capitolo La natura, il beneficiario e la coscienza a. Le sei domande di Arjuna (13.1) Arjuna chiede...

Capitolo 14

14° Capitolo Le tre influenze della natura materiale a. La liberazione e il condizionamento dell'essere vivente (14.1-4) 1...

Capitolo 15

15° Capitolo Lo yoga della Persona Suprema a. Distaccarsi dal mondo materiale, il riflesso del mondo spirituale...

Capitolo 16

16° Capitolo Natura divina e natura demoniaca a. Qualità trascendentali e qualità demoniache (16.1-6) 1. Vengono menzionate 26...

Capitolo 17

17° Capitolo Le divisioni della fede a. Le influenze determinano le proprie attività: fede e adorazione secondo...

Capitolo 18

18° Capitolo La perfetta rinuncia a. Agire con distacco è la vera rinuncia e agendo in questo...