Perché sostenere la I.S.K.Con.?

Qualunque cosa tu faccia...
Qualunque cosa tu faccia...
qualunque cosa tu mangi, sacrifichi od offri in carita', come pure le austerita' che compi - offri tutto a Me, o figlio di Kunti. (B.G. - 9.27)
Leggi
Qualunque sia il metodo...
Qualunque sia il metodo...
adottato per servire Krishna, si deve rinunciare ai frutti del proprio lavoro cioe' si devono impiegare i risultati delle proprie attivita' (karma) per una buona causa. (Srila Prabhupada)
Leggi
Ogni uomo dovrebbe...
Ogni uomo dovrebbe...
dare in carità il 50% dei suoi guadagni al servizio di una buona causa e, secondo i testi sacri, questa causa è la Coscienza di Krishna. (Srila Prabhupada)
Leggi
Chiunque puo' sacrificare una...
Chiunque puo' sacrificare una...
parte dei frutti delle sue azioni per la diffusione della Coscienza di Krishna; questo servizio volontario lo aiutera' a sviluppare il suo amore per Dio e raggiungere cosi' la perfezione. (Srila Prabhupada)
Leggi

separatore iskcon

Nama-sankirtana

(1)

hari haraye namah krishna yadavaya namah
yadavaya madhavaya kesavaya namah

O Sri Hari, O Sri Krishna, a Te che sei conosciuto come Yadava, Hari, Madhava e Kesava, offro i miei omaggi.

(2)

gopala govinda rama sri-madhusudana
giridhari gopinatha madana-mohana

O Gopala, Govinda, Rama, Sri Madhusudana, Giridhari, Gopinatha, Madana-mohana!

(3)

sri-caitanya-nityananda sri-advaita-sita
hari guru vaisnava bhagavata gita

Tutte le glorie a Sri Caitanya e Sri Nityananda. Tutte le glorie a Sri Advaita Acarya e alla sua consorte, Sri Sita Thakurani. Tutte le glorie a Sri Hari, al maestro spirituale, ai vaisnava, allo Srimad Bhagavatam e alla Srimad Bhagavad-gita.

 

(4)

sri-rupa sanatana bhatta-raghunatha
sri-jiva gopala-bhatta dasa-raghunatha

Tutte le glorie a Sri Rupa Gosvami, a Sanatana Gosvami, a Raghunatha Bhatta Gosvami, a Sri Jiva Gosvami, a Gopala Bhatta Gosvami e a Raghunatha dasa Gosvami.

(5)

ei chay gosair kori carana vandan
jaha hoite bighna-nas abhista-puran

Offro i miei omaggi ai piedi di questi sei Gosvami. Porgendo loro gli omaggi, tutti gli ostacoli sulla via della devozione vengono distrutti e i desideri spirituali possono essere soddisfatti.

(6)

ei chay gosai jar-mui tar das
ta-sabara pada-renu mora panca-gras

Io sono il servitore di chiunque sia un servitore di questi sei Gosvami. La polvere dei loro piedi di loto è il mio alimento in cinque forme.

(7)

tadera carana-sebi-bhakta-sane bas
janame janame hoy ei abhilas

Questo è ciò che desidero: che nascita dopo nascita io possa vivere insieme a quei devoti che servono i piedi di loto dei sei Gosvami.

(8)

ei chay gosai jabe braje koila bas
radha-krishna-nitya-lila korila prakas

Nel tempo in cui vivevano a Vraja i sei Gosvami rivelarono e spiegarono gli eterni divertimenti di Radha e Krishna.

(9)

anande bolo hari bhaja vrindavan
sri-guru-vaisnava-pade majaiya man

Concentrandoti nella meditazione sui piedi divini del maestro spirituale e dei santi vaisnava, canta i nomi di Sri Hari in estasi, e adora il reame trascendentale di Vrindavana.

(10)

sri-guru-vaisnava pada-padma kori as
nama-sankirtana kohe narottama-das

Desiderando i piedi di loto di Sri Guru e dei vaisnava, Narottama dasa canta il sankirtana del santo nome.

 

Questa canzone di Srila Narottama dasa Thakura è molto famosa tra i devoti del Bengala e dell'Orissa. Quando Sri Caitanya tornò da Gaya, dove aveva preso iniziazione da Sri Isvara Puri, era completamente trasformato in una persona completamente assorta nell'amore per Dio. I Suoi studenti di grammatica non l'avevano mai visto così. Invece di insegnare le normali regole della grammatica, Sri Caitanya spiegava ogni frase in modo che ogni parola sanscrita e ogni lettera indicasse in definitiva Krsna, la Persona Suprema. I Suoi studenti pensarono che il loro maestro fosse ammattito, e una volta Gli spalmarono un olio chiamato Visnu, che serve a rinfrescare la testa. Infine Gli chiesero: "Dici che tutto significa Krsna, e che noi dovremmo sempre cantare i Nomi di Krishna, come dovremmo fare?" Allora Sri Caitanya cominciò a cantare i Nomi di Krsna battendo le mani, dando inizio così al Suo movimento del sankirtana.

I Nomi che cantò sono le prime due strofe di questa canzone, e Narottama dasa Thakura e altri hanno usato questi Nomi all'inizio delle loro opere per immortalare questi avvenimenti nella memoria di tutti. Narottama dasa Thakura canta i Nomi di Sri Caitanya, di Sri Nityananda, di Sri Advaita e di Sita (la consorte di Advaita). Dopo offre lo stesso rispetto al Signore Hari, al maestro spirituale, ai vaisnava e alla Bhagavad-gita perché sono tutti sulle stessa piattaforma trascendentale. Poi Narottama dasa canta i Nomi dei sei gosvami "Offro i miei omaggi ai loro piedi" canta "che annientano le sofferenze accumulate in tanti, tanti anni. Sono il servitore di questi sei gosvami, e la polvere dei loro piedi di loto costituisce i miei cinque tipi di cibo. Servire i loro piedi di loto, e mantenere la compagnia dei devoti è la mia unica preoccupazione vita dopo vita."

Quando i sei gosvami stavano a Vrndavana rivelarono gli eterni passatempi trascendentali di Sri Sri Radha Krishna. Prima dell'avvento del Signore Caitanya, l'esatto luogo in cui avvennero i passatempi di Sri Krishna non erano conosciuti e quindi Sri Caitanya istruì i sei gosvami affinché scoprissero questi santi luoghi e vi costruissero dei templi.
Il tempio di Sri Radha Damodara è situato vicino al posto in cui ebbe luogo la danza rasa e Srila Rupa Gosvami e gli altri gosvami solevano incontrarsi lì per discutere gli argomenti dei loro testi che spiegavano scientificamente i sublimi divertimenti di Sri Sri Radha Krishna.

Narottama dasa Thakura dice: "Con grande estasi canta il Nome di Hari e servi il vero maestro spirituale e i devoti". Poi conclude dicendo: "Con tutte le speranze posate sui piedi di loto del mio maestro spirituale e dei santi vaisnava Narottama dasa canta il sankirtana del Signore Hari: Hare Krishna Hare Krishna Krishna Krishna Hare Hare Hare Rama Hare Rama Rama Rama Hare Hare."

 

Studio sulla Bhagavad-gita


Domande e risposte - 1a…

(1a parte) Domande e risposte sulla Bhagavad-gita Che cos'è la Bhagavad-gita? La Bhagavad-gita ("Il canto del Signore"), nota...

Domande e risposte - 2a…

(2a parte) Domande e risposte sulla Bhagavad-gita Che cosa sono i jiva? I jiva siamo noi, esseri viventi...

Un breve riassunto

Un breve riassunto della Bhagavad-gita La Bhagavad-gita inizia con il re cieco Dhritarastra che chiede al...

Un sommario - 1a parte

Un sommario della Bhagavad-gita (parte I) La luce della Gita di Kalakantha Dasa Bhagavad-gita significa "il canto (gita)...

Un sommario - 2a parte

Un sommario della Bhagavadgita (parte II) La luce della Gita di Kalakantha Dasa   "Sono la fonte di tutti...

Bhagavad-gita_NOANNIVERSARY
  • 1
  • 2
Prev Next

Il Dharma

Il dharma nella Bhagavad-gita Sri Krishna cambia la comprensione di Arjuna  per quanto riguarda la...

Krishna è Dio

Krishna è Dio, la Persona Suprema   Nell'Atharva-veda, la  Gopala-tapani Upanisad dichiara direttamente che Krishna, è Dio...

L'antica scienza dell'agire

  L'antica scienza dell'agire Forse avrete sentito il racconto di alcuni ricchi mercanti o di baroni turbolenti...

La scala dello Yoga

  La scala dello yoga Dal fondo alla cima Si può iniziare la propria "scalata" sulla scala dello...

Le qualità della virtù

  Le qualità della virtù Il compimento delle tre austerità che seguono, sono dette qualità della virtù...

  • 1
  • 2
  • 3
Prev Next

Capitolo 01

1° Capitolo Sul campo di battaglia di Kuruksetra a. I preparativi per la guerra (1.1-27) 1. Sańjaya informa...

Capitolo 02

2° Capitolo Il contenuto della Bhagavad-gita a. Arjuna si sottomette a Krishna, e Krishna si accinge ad...

Capitolo 03

3° Capitolo Il karma-yoga a. La confusione: Rinunciare o agire (3.1-2) Arjuna chiede a Krishna come mai Lui...

Capitolo 04

4° Capitolo La conoscenza trascendentale a. La conoscenza trascendentale che riguarda Krishna (4.1-10) 1. Questa Bhagavad-gita precedentemente fu...

Capitolo 05

b. Agire con distacco (5.7-12) 1. Un'anima pura non rimane legata perché, sebbene agisca, essa fissa...

Capitolo 06

6° Capitolo Il dhyana-yoga a. Avanzare nello yoga tramite il distacco (6.1-4) 1. Il sannyasa e lo yoga...

Capitolo 07

7° Capitolo La conocenza dell'Assoluto   a. Conoscere Krishna  completamente tramite l'ascolto (7.1-3) Krishna chiede ad Arjuna di ascoltare...

Capitolo 08

8° Capitolo Raggiungere il Supremo a. Krishna risponde alle domande di Arjuna (8.1-4) Arjuna pone otto domande a...

Capitolo 09

9° Capitolo La conoscenza più confidenziale   a. Ascoltare di Krishna: qualità da sviluppare e da evitare. (9.1-3) La...

Capitolo 10

10° Capitolo L'opulenza dell'Assoluto   a. La posizione di Krishna come l'origine di ogni cosa (10.1-7) 1. Chiunque conosca...

Capitolo 11

11° Capitolo La forma universale a. La domanda di Arjuna e la descrizione di Krishna della forma...

Capitolo 12

12° Capitolo Il servizio di devozione a. La bhakti supera l'impersonalismo (12.1-7) 1. Colui che fissa la mente...

Capitolo 13

13° Capitolo La natura, il beneficiario e la coscienza a. Le sei domande di Arjuna (13.1) Arjuna chiede...

Capitolo 14

14° Capitolo Le tre influenze della natura materiale a. La liberazione e il condizionamento dell'essere vivente (14.1-4) 1...

Capitolo 15

15° Capitolo Lo yoga della Persona Suprema a. Distaccarsi dal mondo materiale, il riflesso del mondo spirituale...

Capitolo 16

16° Capitolo Natura divina e natura demoniaca a. Qualità trascendentali e qualità demoniache (16.1-6) 1. Vengono menzionate 26...

Capitolo 17

17° Capitolo Le divisioni della fede a. Le influenze determinano le proprie attività: fede e adorazione secondo...

Capitolo 18

18° Capitolo La perfetta rinuncia a. Agire con distacco è la vera rinuncia e agendo in questo...