Cerca

GTranslate

  

dolci1


  Dolci: Introduzione  
 

Le ricette di questa sezione sono solo una pallida idea delle migliaia e migliaia di dolci originari dell'India, e in particolare del Bengala occidentale, "La capitale dei dolci nel mondo". Alcuni spiritualisti evitano i dolci a ogni costo per paura di agitare i sensi e cadere dalla via spirituale, ma i devoti di Krishna gustano tutto ciò che è stato offerto a Sri Krishna, compresi i dolci, e cosi facendo sperimentano l'inconcepibile misericordia di Dio.

I dolci indiani sono fatti generalmente con latticini, cereali integrali, farina di ceci e noci. Se non volete usare lo zucchero bianco, potete sostituirlo con zucchero integrale o miele dal gusto delicato. È interessante notare che lo zucchero raffinato fu introdotto in India durante il periodo Mogul e prima era sconosciuto nella cucina vedica. Si usavano invece zuccheri non raffinati come il gur (zucchero di canna) o il jaggery (zucchero di palma). Entrambi sono ottimi dolcificanti e vale la pena di acquistarne un po' per sperimentare il loro gusto speciale. L'Ayur-veda spiega che il miele è uno dei migliori dolcificanti ma quando viene cotto diventa tossico. Cercate dunque di non usare il miele per cuocere i dolci al forno e non fatelo bollire (potete aggiungerlo a un liquido molto caldo ma non farlo bollire). Quando usate dei sostituti per lo zucchero dovete fare degli esperimenti perché come per la farina, anche le diverse qualità di zucchero hanno differenti gradi di dolcezza. Generalmente una parte di zucchero semolato equivale a una parte di zucchero di canna ben pressato o metà o tre quarti di miele.

Fra tutti i dolci indiani, quelli fatti col latte sono i piu deliziosi, e con i metodi di cucina tradizionale potete farli in una grande varietà. Fate condensare il latte a fiamma alta e avrete il khir o il burfi. Cuocete il formaggio fresco con lo zucchero e avrete il sandesh o i rasgulla, insaporite lo yogurt condensato e avrete un delizioso dolce cremoso chiamato shrikand. Oppure potete friggere delle palline di latte condensato e metterle a bagno nello sciroppo per fare uno dei dolci piu squisiti del mondo: i gulab jamun.

Un altro gruppo di dolci, compreso il dvaraka burfi, il luglu e il laddu, è fatto con farina di ceci tostata e frutta secca. Potrete prepararli in grande quantità e conservarli per diversi giorni. Le diverse varietà di halava si distinguono dalle varietà turche perché risultano dalla combinazione di nocciole, carote e semolino.

 

 

Bhagavad-gita: Il verso del giorno

  • Bhagavad-gita cosi' com'e' - Il Verso di Oggi e': B.G. - 09.14

Ratha Yatra a Milano

rathayatra

Sostieni anche tu il Movimento di Sri Caitanya

Con un piccolo sforzo otterrai un grande risultato!