Cerca

GTranslate

 Come trovare un guru ISKCON

Non è facile rispondere a questa domanda. Però è una buona domanda. Srila Prabhupada ha più volte messo in evidenza la necessità di trovare un maestro spirituale. In un certo senso Prabhupada è ‘de facto’ il maestro spirituale di chiunque segua i suoi insegnamenti. Tuttavia la nostra tradizione sostiene con forza che chiunque è seriamente impegnato nel percorso spirituale deve avvicinare un guru qualificato e chiedergli l’iniziazione. Se il guru accetta, tra i due si stabilisce una specie di contratto: il discepolo accetta di seguire le istruzioni del guru e il guru s’impegna a guidare il discepolo verso la meta del puro amore per Dio.

Parlando di contratto non intendo suggerire l’idea che la relazione guru-discepolo sia uno scambio impersonale di doveri. E’ una relazione spirituale d’amore, di fiducia e di rispetto. Il guru non sta semplicemente svolgendo un ruolo rituale ma, come diretto rappresentante di Krishna, è il migliore amico del discepolo.

A proposito del trovare un guru, lasciate che prima chiarisca un malinteso. Molte persone pensano che trovare un guru nell’ISKCON significhi scegliere in una lista di nomi. E’ vero che l’organo di governo dell’ISKCON (GBC) tiene una lista di devoti autorizzati ad accettare discepoli, ma questa lista non è chiusa. Tutti i devoti dell’ISKCON sono potenziali maestri spirituali, purché ne abbiano le caratteristiche spirituali. (Secondo l’etichetta, in genere un discepolo evita di dare l’iniziazione quando il suo maestro spirituale è vivente.)

Un aspirante discepolo dovrebbe avere una relazione vera con il futuro guru. Come qualsiasi altra relazione, anche questa in qualche modo deve svilupparsi. Il futuro guru di norma dovrebbe guidare il futuro discepolo. Quando entrambi sono convinti che la vera relazione tra guru e discepolo si è realizzata, allora l’iniziazione è opportuna. Tutto ciò comporta che se io cerco un guru, devo realizzare un contatto regolare con qualcuno più avanzato di me nella coscienza di Krishna. In effetti, a volte si dice che non siamo noi a trovare il guru; è il guru che trova noi o più precisamente quando siamo pronti per incontrare un guru, Krishna ce ne manda uno.

Ovviamente incontrare il proprio guru è molto più facile se si vive in compagnia dei devoti, in particolare in una comunità ISKCON o vicino ad essa. Consapevoli dell’importanza di una compagnia cosciente di Krishna, molti devoti hanno cambiato la loro vita trasferendosi nelle vicinanze di un tempio. Una persona seriamente impegnata nel percorso spirituale deve prendere in considerazione questa opzione. Se essa non è plausibile, allora si devono cercare altri modi per frequentare i devoti, programmando visite regolari al tempio più vicino o invitando nella propria casa predicatori viaggianti. Nelle località dove non ci sono templi ISKCON, alcuni gruppi di devoti a volte s’incontrano con regolarità e finanziano le visite di devoti più anziani. Una volta che il contatto è stabilito, le relazioni possono svilupparsi per corrispondenza.

Sarà difficile trovare un guru ISKCON senza la compagnia diretta dei devoti ISKCON – ma non impossibile. Sono sempre più numerosi i devoti anziani che scrivono libri e ci sono lezioni registrate disponibili a tutti coloro che vogliono fare qualche sforzo per trovarle. Se vi sentite ispirati dai libri o dalle lezioni di un devoto potete chiedergli di guidarvi personalmente a livello spirituale e vedere come si sviluppa la relazione. Per usare una parola che forse è troppo usata, la chiave è la sincerità.

Se desiderate sinceramente un guru, Krishna vi aiuterà. Basta che nell’intimo del vostro cuore siate desiderosi di seguire il Suo insegnamento. 

Nagaraja Dasa

Bhagavad-gita: Il verso del giorno

  • Bhagavad-gita cosi' com'e' - Il Verso di Oggi e': B.G. - 07.25

Ratha Yatra a Milano

rathayatra

Sostieni anche tu il Movimento di Sri Caitanya

Con un piccolo sforzo otterrai un grande risultato!