Perché sostenere la I.S.K.Con.?

Qualunque cosa tu faccia...
Qualunque cosa tu faccia...
qualunque cosa tu mangi, sacrifichi od offri in carita', come pure le austerita' che compi - offri tutto a Me, o figlio di Kunti. (B.G. - 9.27)
Leggi
Qualunque sia il metodo...
Qualunque sia il metodo...
adottato per servire Krishna, si deve rinunciare ai frutti del proprio lavoro cioe' si devono impiegare i risultati delle proprie attivita' (karma) per una buona causa. (Srila Prabhupada)
Leggi
Ogni uomo dovrebbe...
Ogni uomo dovrebbe...
dare in carità il 50% dei suoi guadagni al servizio di una buona causa e, secondo i testi sacri, questa causa è la Coscienza di Krishna. (Srila Prabhupada)
Leggi
Chiunque puo' sacrificare una...
Chiunque puo' sacrificare una...
parte dei frutti delle sue azioni per la diffusione della Coscienza di Krishna; questo servizio volontario lo aiutera' a sviluppare il suo amore per Dio e raggiungere cosi' la perfezione. (Srila Prabhupada)
Leggi

separatore iskcon

7° Capitolo

La conocenza dell'Assoluto


 

a. Conoscere Krishna  completamente tramite l'ascolto (7.1-3)

Krishna chiede ad Arjuna di ascoltare ciò che riguarda le Sue energie materiali e spirtuali e dichiara che il trascendentalista che raggiunge la perfetta conoscenza riguardo l'Anima Suprema è molto raro.

b. Conoscere Krishna come la fonte di tutte le energie, materiali e spirituali (7.4-12)

1. Terra, acqua, fuoco, aria etere, mente, intelligenza e falso ego, questi otto elementi distinti da Krishna, costituiscono la Sua energia materiale. Oltre a questa esiste anche l'energia spirituale di Krishna (che include anche le jive). Tutto ciò che vediamo è una combinazione dell'energia materiale e dell'energia spirituale di Krishna. (4-5)

2. Krishna è l'origine e la fine di tutto ciò che è materiale e di tutto ciò che è spirituale in questo mondo, nessuna verità Gli è superiore, poiché tutto riposa su di Lui come perle su un filo. (6-7)

3. Conoscere Krishna come il principio attivo che controlla questo mondo: Krishna è l'apprezzato sapore dell'acqua. Egli è il profumo originale della terra, l'intelligenza dell'intelligente, la potenza del potente, e la forza del forte.

4. Sommario: Ogni condizione dell'essere, dipenda esso dalla virtù, dalla passione o dall'ignoranza, sono manifestazioni dell'energia di Krishna, quindi Krishna è tutto e controlla tutto, e tuttavia rimane indipendente. (8-12)

c. Le tre influenze della natura materiale sono controllate da Krishna, perciò arrenditi. (7.13-14)

Illuso dalle tre influenze materiali (virtù, passione e ignoranza), il mondo intero ignora che Krishna trascende ogni influenza materiale ed è inesauribile. Ma coloro che si sottomettono a Krishna, il controllore delle influenze materiali, varcano facilmente i limiti di queste influenze e quindi riescono a conoscerlo.

d. I miscredenti non hanno la alcuna conoscenza e non si sottomettono  mai a Krishna; gli uomini virtuosi svilppano la conoscenza e si sottomettono. (7.15-19)

1. I miscredenti mudha (sciocchi che lavorano come bestie da soma), i naradhama (i più caduti tra gli uomini), i mayayaparita-jnana (gli uomini la cui vasta conoscenza è resa vana dall'influsso dell'energia materiale), e gli asura (gli atei) non si sottomettono mai a Krishna.

2. Quattro tipi di persone virtuose si sottomettono a Krishna: l'infelice, il curioso, l'uomo che cerca la ricchezza e colui che desidera conoscere l'Assoluto. Sebbene tutte queste quattro categorie di uomini siano grandi anime, il saggio che ha la conoscenza perfetta ed è sempre impegnato nel puro servizio di devozione è il migliore. Dopo numerose nascite e morti, colui che ha la vera conoscenza si sottomette a Krishna sapendo che Egli è la causa di tutte le cause e di tutto ciò che esiste. Un'anima così grande è molto rara. (16-19)

e. Altre persone che non possiedono alcuna conoscenza: (7.20-26)

1. Coloro che si sottomettono agli esseri celesti hanno la mente distorta dai desideri materiali; sottomettendosi agli esseri celesti  vedono soddisfatti i loro desideri temporanei, e alla fine della vita raggiungono i pianeti degli esseri celesti. Ma i devoti di Krishna raggiungono i Suoi pianeti eterni. (20-23)

2. Gli impersonalisti, uomini di minore intelligenza, pensano che Krishna sia impersonale ed abbia solo assunto una forma ed una personalità. (24) La yoga-maya di Krishna copre questi uomini sciocchi e privi d'intelligenza affinché non possano mai conoscerLo. (24-25)

f. La confusione dell'essere vivente e la sua liberazione per mezzo della conoscenza di Krishna  (7.26-30)

1. La confuzione dell'essere vivente: Krishna, conosce tutto e quindi è differente dagli sciocchi esseri vienti che sono nati dall'illusione e sono confusi dalla dualità che deriva dal desiderio e dall'avversione.

2. Diventare liberi: Le persone virtuose e pure che sono libere dalla dualità che deriva dall'illusione possono servire Krishna con determinazione. (28)

3. Il quarto tipo di devoto sakama: I devoti che desiderano la liberazione sono brahman (spirito) e conoscono ogni cosa a proposito di adhyatma (la jiva) e karma (attività). (29)

4. La libertà tramite la conoscenza di Krishna al momento della morte: Coloro che prendono rifugio in Krishna, conoscendoLo come adhibhuta (la manifestazione materiale), adhidaiva (gli esseri celesti), e adhiyajna (il Signore dei sacrifici) possono conoscere Krishna anche all'istante della morte. (30)

Studio sulla Bhagavad-gita


Domande e risposte - 1a…

(1a parte) Domande e risposte sulla Bhagavad-gita Che cos'è la Bhagavad-gita? La Bhagavad-gita ("Il canto del Signore"), nota...

Domande e risposte - 2a…

(2a parte) Domande e risposte sulla Bhagavad-gita Che cosa sono i jiva? I jiva siamo noi, esseri viventi...

Un breve riassunto

Un breve riassunto della Bhagavad-gita La Bhagavad-gita inizia con il re cieco Dhritarastra che chiede al...

Un sommario - 1a parte

Un sommario della Bhagavad-gita (parte I) La luce della Gita di Kalakantha Dasa Bhagavad-gita significa "il canto (gita)...

Un sommario - 2a parte

Un sommario della Bhagavadgita (parte II) La luce della Gita di Kalakantha Dasa   "Sono la fonte di tutti...

Bhagavad-gita_NOANNIVERSARY
  • 1
  • 2
Prev Next

Il Dharma

Il dharma nella Bhagavad-gita Sri Krishna cambia la comprensione di Arjuna  per quanto riguarda la...

Krishna è Dio

Krishna è Dio, la Persona Suprema   Nell'Atharva-veda, la  Gopala-tapani Upanisad dichiara direttamente che Krishna, è Dio...

L'antica scienza dell'agire

  L'antica scienza dell'agire Forse avrete sentito il racconto di alcuni ricchi mercanti o di baroni turbolenti...

La scala dello Yoga

  La scala dello yoga Dal fondo alla cima Si può iniziare la propria "scalata" sulla scala dello...

Le qualità della virtù

  Le qualità della virtù Il compimento delle tre austerità che seguono, sono dette qualità della virtù...

  • 1
  • 2
  • 3
Prev Next

Capitolo 01

1° Capitolo Sul campo di battaglia di Kuruksetra a. I preparativi per la guerra (1.1-27) 1. Sańjaya informa...

Capitolo 02

2° Capitolo Il contenuto della Bhagavad-gita a. Arjuna si sottomette a Krishna, e Krishna si accinge ad...

Capitolo 03

3° Capitolo Il karma-yoga a. La confusione: Rinunciare o agire (3.1-2) Arjuna chiede a Krishna come mai Lui...

Capitolo 04

4° Capitolo La conoscenza trascendentale a. La conoscenza trascendentale che riguarda Krishna (4.1-10) 1. Questa Bhagavad-gita precedentemente fu...

Capitolo 05

b. Agire con distacco (5.7-12) 1. Un'anima pura non rimane legata perché, sebbene agisca, essa fissa...

Capitolo 06

6° Capitolo Il dhyana-yoga a. Avanzare nello yoga tramite il distacco (6.1-4) 1. Il sannyasa e lo yoga...

Capitolo 07

7° Capitolo La conocenza dell'Assoluto   a. Conoscere Krishna  completamente tramite l'ascolto (7.1-3) Krishna chiede ad Arjuna di ascoltare...

Capitolo 08

8° Capitolo Raggiungere il Supremo a. Krishna risponde alle domande di Arjuna (8.1-4) Arjuna pone otto domande a...

Capitolo 09

9° Capitolo La conoscenza più confidenziale   a. Ascoltare di Krishna: qualità da sviluppare e da evitare. (9.1-3) La...

Capitolo 10

10° Capitolo L'opulenza dell'Assoluto   a. La posizione di Krishna come l'origine di ogni cosa (10.1-7) 1. Chiunque conosca...

Capitolo 11

11° Capitolo La forma universale a. La domanda di Arjuna e la descrizione di Krishna della forma...

Capitolo 12

12° Capitolo Il servizio di devozione a. La bhakti supera l'impersonalismo (12.1-7) 1. Colui che fissa la mente...

Capitolo 13

13° Capitolo La natura, il beneficiario e la coscienza a. Le sei domande di Arjuna (13.1) Arjuna chiede...

Capitolo 14

14° Capitolo Le tre influenze della natura materiale a. La liberazione e il condizionamento dell'essere vivente (14.1-4) 1...

Capitolo 15

15° Capitolo Lo yoga della Persona Suprema a. Distaccarsi dal mondo materiale, il riflesso del mondo spirituale...

Capitolo 16

16° Capitolo Natura divina e natura demoniaca a. Qualità trascendentali e qualità demoniache (16.1-6) 1. Vengono menzionate 26...

Capitolo 17

17° Capitolo Le divisioni della fede a. Le influenze determinano le proprie attività: fede e adorazione secondo...

Capitolo 18

18° Capitolo La perfetta rinuncia a. Agire con distacco è la vera rinuncia e agendo in questo...