Cerca

GTranslate

Dieta perfetta

La dieta perfetta

Quando mangiamo come mangia Krishna, sappiamo di mangiare nel modo
migliore per il nostro corpo, la nostra mente e la "nostra" anima

di Visakha-devi dasi

Come gran parte degli occidentali, sono stata cresciuta mangiando carne. Poi, diversi anni fa, dopo essermi confrontata con la filosofia della coscienza di Krishna per circa un anno, l'ho accettata, e con lei è arrivato il krishna-prasada (il cibo vegetariano offerto al Signore). Per me il prasada non era che una parte deliziosa dell'intera cultura della coscienza di Krishna. Non l'ho mai messo in discussione né l'ho mai esaminato. Lo gustavo semplicemente, insieme al canto, alle danze, alla filosofia e alla compagnia dei devoti del Signore. Ma negli ultimi anni, ho analizzato questa cucina da molti punti di vista, e ho trovato che, come tutte le cose che sono direttamente in relazione con il Signore, è perfetta. Mi sono convinta che non esiste modo migliore per alimentarsi, sia dal punto di vista della salute, che della nutrizione, del gusto, della varietà e dell'avanzamento spirituale. Per fare un esempio, il tipico pranzo vedico di mezzogiorno è considerato il pasto principale della giornata. Potreste obiettare che la cena è sempre stata il vostro pasto principale, ma sentite che cosa dice Laurel Robertson, autore del famoso libro: Laurel kitchen (New York, Bantam Books 1981): ''Il cibo è il carburante delle vostre attività quotidiane, quindi non ha alcun senso consumare il pasto principale la sera quando ormai tutto è passato... La cena non dev'essere pesante."

ll tipico pranzo vedico è composto da chapati, (pane integrale non lievitato), riso, dal (zuppa di legumi), verdure cotte e insalata cruda. ''Pare che la migliore assicurazione per la salute sia un'accurata dieta vegetariana con varietà di cibo assortite, e una vita lontana dai cibi artefatti'' (Vic Sussman, The Vegetarian Alternative, Emmaus, Pa., Rodale Press, 1978)."

Quelli che associano l'idea dei vegetariani a persone smilze, fiacche, distratte o deboli devono considerare le ricerche del dottor lrving Fisher, dell'Università di Yale, che dimostrano che i vegetariani battono chi mangia carne in molti test di resistenza. E combinando diversi vegetali con riso, pane integrale e legumi si hanno dei vantaggi enormi sul piano nutritivo. Mangiati separatamente, questi alimenti vi danno ciascuno una certa quantità di proteine, ma combinati in un unico pasto il totale delle proteine è maggiore della somma delle parti. Combinazioni di questo genere aumentano l'apporto di proteine persino del cinquanta per cento."

Ecco qui un altra ragione della sistema alimentare vedico. Nella tradizionale colazione vedica, troverete uno spicchio di limone in ogni piatto. Perché? Io avevo sempre pensato che fosse per quella sfumatura di sapore che il succo di limone aggiunge a tutte le pietanze, ma dopo le mie ricerche ho trovato questa spiegazione (Gary Null, The New Vegetarian, N. Y. William Morrow & Co., 1978): ''II corpo ha difficoltà nell'assorbire il ferro. L'acido ascorbico (vitamina C) ne aumenta l'assorbimento.". Ci sono buone fonti di ferro nei nostro pranzi (la zuppa di legumi, il pane integrale, il riso e alcuni vegetali) e il succo di limone, ricco di vitamina C, aiuta il nostro corpo ad assorbirlo. Alcuni anni fa, poi, la mia convinzione si è fatta ancora più salda quando ho visto una lista di raccomandazioni redatta dall'Accademia Nazionale delle Scienze."

Dopo aver esplorato in ogni suo aspetto il Iegame tra l'alimentazione e il cancro, gli esperti raccomandavano alla gente di mangiare meno e di preferire le verdure , la frutta e i cereali integrali. ln particolare insistevano sul fatto di consumare vegetali ricchi di vitamina C e di betacarotene (vitamina A), in sostanza agrumi, pomodori, carote, peperoni, spinaci e simili. In pratica, ormai, la cucina vedica fa parte della mia fede in Krishna. "

Possiamo seguire molte diete diverse: per stare meglio in salute, per essere più forti, più magri o anche solo perché ci piace. Ma offrendo semplicemente a Krishna ciò che Gli piace, e poi mangiandolo, possiamo avere tutti questi benefici insieme e anche di più. Perché? Perché i gusti di Krishna sono perfetti: perfetti e completi quanto Lui. Spesso gli occidentali dubitano del valore nutritivo del krishna-prasada, e del valore della saggezza vedica in generale. Per rispondere a ciò, Srila Prabhupada, il mio maestro spirituale, dava spesso questo esempio: per quanto gli escrementi di ogni tipo siano considerati abitualmente contaminati, i Veda dicono che lo sterco di mucca è puro, tanto puro che se lo spandiamo in un posto sporco, si decontamina. Infatti per secoli la gente dei villaggi indiani puliva le proprie case con lo sterco di mucca (un orrore per gli occidentali)."

Solo recentemente sono stati condotti studi e analisi che hanno dimostrato che lo sterco di mucca ha davvero proprietà antisettiche. ln modo simile, i devoti di Krishna hanno mangiato il Suo prasada per millenni, e solo recentemente dietologi e medici hanno elaborato ricerche che ne dimostrano gli enormi benefici sul piano nutrizionale. Eppure,  nonostante tutti i loro espcrimenti, le loro analisi e i loro studi, ancora devono scoprire i benefici spirituali che si hanno mangiando krishna-prasada. Ma perché aspettare per scoprirli? Ciascuno di noi può provare questi benefici su se stesso: basta cucinare e offrire il cibo vegetariano al Signore, per il Suo piacere.

Bhagavad-gita: Il verso del giorno

  • Bhagavad-gita cosi' com'e' - Il Verso di Oggi e': B.G. - 02.59

Ratha Yatra a Milano

rathayatra

Sostieni anche tu il Movimento di Sri Caitanya

Con un piccolo sforzo otterrai un grande risultato!